Ciao, donna delle stelle!

A te, donna delle stelle, che quando ero bambino già mi rapivi con la tua amata astronomia, ricordandomi Maga Magò.
A te, che da convinta atea fino alla fine hai pronunciato “se ci sono io non c’è morte, se c’è morte non ci sono più io”.
A te che hai illuminato la mia percezione della grandiosità dell’universo.
A te che negli anni hai combattuto battaglie animaliste e vegetariane, che solo recentemente ho compreso e apprezzato.
A te che hai riempito questo spazio e questo tempo, aprendo la mente di tanti come me.

Ciao Margherita.

Rispondi